MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO - PRIMA EDIZIONE in “Progettazione, Applicazione, Regolamentazione dei Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto (SAPR)” - “Design, Application, Regulation of UAV (Unmanned Aerial Vehicles)”

FINALITÀ.
Il Master, organizzato congiuntamente dall’Università di Roma “Tor Vergata” e dall’ENAC - Ente Nazionale per l’Aviazione Civile con la partecipazione di aziende e scuole di settore, prende le mosse dal riconoscimento del crescente utilizzo dei Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto (SAPR), comunemente noti anche come droni, in varie aree applicative e di ricerca. Limitatamente al caso civile, la crescita esponenziale del mercato intorno a questi sistemi ha spinto le aziende produttrici ad investimenti importanti per incrementarne le performance. Attualmente un SAPR da poche centinaia di euro è in grado di eseguire operazioni di volo intelligenti, automatiche e di ampio raggio, ma anche potenzialmente molto pericolose. La progettazione di un SAPR è in ogni caso un’attività particolarmente complessa, che prevede competenze in vari settori dell’ingegneria, da quelli tipici della meccanica aeronautica, alle tecnologie dei materiali, a quelli riguardanti il controllo. Analogamente risulta non banale, una volta noto lo scenario applicativo, la scelta della configurazione ottimale del SAPR da utilizzare, cioè determinarne le caratteristiche migliori per esempio in termini di dimensioni o strumentazione di bordo. Esiste infine l’aspetto normativo: l’ENAC, Ente Nazionale Aviazione Civile, quale Autorità nazionale preposta al controllo e alla regolamentazione del settore del trasporto aereo, ha redatto un regolamento appositamente dedicato agli APR, al quale si devono attenere aziende costruttrici, piloti ed operatori.

Nonostante già esistano alcune iniziative formative nel settore dei SAPR, esse rimangono molto spesso confinate all’uso per applicazioni specifiche, per esempio quelle cartografiche, o al conseguimento dell’attestato di pilota. Sono ancora carenti invece corsi di livello universitario in cui i vari aspetti di interesse: la progettazione, l’applicazione, la regolamentazione, siano affrontati in maniera organica e più approfondita. Il Master ha quindi l'ambizione di formare per la prima volta una nuova classe di specialisti che, pur muovendo dal proprio ambito disciplinare e settoriale di formazione, siano in grado di progettare processi e sistemi di conoscenza basati su SAPR idonei a corrispondere ai processi operativi di riferimento.

Per raggiungere questo obiettivo il Master fornisce ai propri studenti le cognizioni teoriche relative ai sistemi di volo, comprese quelle riguardanti la propulsione e l’aerodinamica; affronta gli aspetti relativi all’automazione, al controllo e al pilotaggio assistito da computer; indirizza verso i vari scenari applicativi illustrando le tecniche di telerilevamento, di sensoristica e di analisi dati. Il Master inoltre prevede che venga acquisita una specifica competenza in merito alle normative aeronautiche, alla sicurezza e ai regolamenti di pilotaggio remoto. Il Master trova il suo principale punto di forza nella presenza, all'interno dell'Ateneo, della gran parte delle competenze necessarie per l’erogazione della didattica. Inoltre, per permettere ai


frequentanti il Master di sperimentare in un ambito applicativo concreto le cognizioni teoriche acquisite, verranno svolte attività pratiche in collaborazione con aziende operanti nel settore ed è anche prevista una collaborazione con l'Aeronautica Militare per gli aspetti riguardanti le tecnologie più avanzate.

DURATA E CONTENUTI DIDATTICI
Il Master ha durata annuale, ma può essere estesa a due o tre anni accademici nel caso in cui lo studente non riesca a completare gli esami entro il primo anno accademico. L’attività formativa prevede 60 crediti formativi, pari a 1.500 ore, di cui: 

  • 400 ore di lezioni e laboratori
  • 250 ore per tirocinio formativo

le restanti ore saranno dedicate allo studio individuale e al lavoro di tesi. Possono essere riconosciute, dal Collegio dei docenti, attività formative, di perfezionamento e di tirocinio seguite successivamente al conseguimento del titolo di studio che dà accesso al Master universitario e delle quali esista attestazione (ivi compresi insegnamenti attivati nell’ambito di corsi di studio), purché in linea con le caratteristiche del Master stesso. A tali attività vengono assegnati crediti utili ai fini del completamento del Master universitario, con corrispondente riduzione del carico formativo dovuto, fino a un massimo di 20 crediti. L’articolazione dei Moduli didattici prevede:

1. Meccanica del Volo (Schematizzazione velivoli, assetti di volo, manovre): 30 h

2. Tecnologie di Fabbricazione (Stato dell’arte materiali e tecnologie di fabbricazione per SAPR) 30 h

3. Propulsione (Propulsione aerea, motori e sistemi di accumulo) 30 h

4. Aerodinamica (Concetti di dinamica dei fluidi e di teoria dei profili alari) 30 h

5. Geoinformazione (Telerilevamento e dati satellitari, Sistemi GIS) 30 h

6. Controlli Automatici (Stabilità e risposta dinamica, Controllo dei Sistemi SAPR) 30 h

7. Sensoristica (Dispositivi sensoriali, Sistemi elettronici di interfaccia e comunicazione) 30 h

8. Normative e Sicurezza (Procedure autorizzazione, Risk Assessment, Gestione Spazio Aereo) 40 h

9. Impiego dei SAPR (Aspetti operativi dell’uso dei SAPR con esercitazioni pratiche) 30 h

10. Laboratorio di Progettazione (Con prove pratiche di assemblaggio e test di volo) 120 h

ISCRIZIONE E ORGANIZZAZIONE DIDATTICA
Per l’ammissione al corso è richiesto il possesso di diploma di laurea o altro titolo ritenuto equipollente. Il Master si rivolge principalmente ai laureati nelle settori ingegneristici e tecnologici. È tuttavia ammessa l’iscrizione anche a laureati in altre discipline, previa autorizzazione da parte del Collegio dei docenti del Master. Il Master è a numero chiuso e saranno ammessi un numero massimo di 40 candidati. La selezione degli ammessi al Master verrà effettuata tramite valutazione comparativa dei curricula vitae et studiorum, in base alla quale sarà stabilita una graduatoria. Il costo del Master è fissato in: 

  • 4.000 € per il Master seguito in un anno accademico
  • 4.500 € per il Master seguito in due anni accademici 
  • 5.000 € per il Master seguito in tre anni accademici

Le lezioni del Master si terranno in orario pomeridiano a partire da Marzo 2018 presso la Macroarea di Ingegneria e altre strutture dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”. Il corpo docente è composto da docenti dell’Ateneo, docenti esterni e docenti attivi in centri di ricerca che vantano esperienze di insegnamento pluriennali in ambito accademico. Gli allievi saranno inoltre supportati ed affiancati da tutor
qualificati in grado di fornire un aiuto valido per qualsiasi eventuale problema durante l’intero percorso formativo.

CONSEGUIMENTO DEL TITOLO
Al termine del corso, agli iscritti che abbiano frequentato nella misura richiesta ed abbiano superato le prove di verifica del profitto e la prova finale, viene rilasciato il diploma di: Master Universitario di I livello in “Progettazione, Applicazione e Regolamentazione dei Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto (SAPR)”- “Design, Application, Regulation of UAV (Unmanned Aerial Vehicles)". Agli iscritti ai singoli moduli formativi viene rilasciato, previo superamento delle prove di verifica del profitto, un attestato di frequenza con l’indicazione dei crediti formativi maturati. Il possesso di tutti gli attestati di frequenza relativi ai moduli 1, 39 è riconosciuto dall’ENAC quale credito totale per la parte teorica del corso per il conseguimento dell’attestato di pilota APR e dell’abilitazione per operazioni critiche (rif. Circolare ENAC LIC 15, Allegati A e B).

Per informazioni: 06 7259 7734 oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.